Lago Beach Carona: vi aspettiamo

“Mi piace vedere un uomo orgoglioso del posto in cui vive, mi piace vedere un uomo che vive in modo tale che il suo posto sarà orgoglioso di lui”…. In questa frase passata alla storia perché pronunciata da Abramo Lincoln, c’è molto della filosofia di vita di Loredana Salvetti.

Quando Lory esce dalla “Locanda”, che con tanta fatica e sacrificio ha creato dal nulla facendola diventare un “gioiello”, si guarda attorno, fa un bel respiro a pieni polmoni e osserva con affetto e passione ogni angolo di quel paese che le ha dato i natali e che lei vorrebbe sempre in cima alla lista.

Forse non è l’unica ad immaginare Carona come il “cuore pulsante” della parte alta della Val Brembana. Forse… La storia recente dice che la sua è un po’ la “voce fuori dal coro”.

“MODUS OPERANDI” VINCENTE

Analisi della situazione, identificazione di una prospettiva, studio di fattibilità, realizzazione e sviluppo del progetto. Sembra marketing applicato da una grande azienda.

Semplicemente è il “modus operandi” di Loredana Salvetti e di quel gruppo di persone che, standole accanto, sono totalmente travolti dalla sua entusiastica voglia di fare, di crescere.

Della “Locanda” abbiamo già detto, il futuro sarà tutto per il progetto “Hotel Villa Carona”, la grande scommessa di Loredana Salvetti, una grande idea che entro breve comincerà a camminare spedita verso la definitiva realizzazione.

In mezzo a tutto questo, ecco nascere il chiosco “Lago Beach Carona”.

“IDEE CHIARE DA SUBITO”

“Una idea che mi balenava in mente già da diverso tempo – racconta Loredana Salvetti – ovvero quello di creare un luogo di ristoro ed aggregazione in riva al Lago di Carona, per dare un punto di riferimento alle tante persone che transitano e si fermano in quella zona del nostro paese”.

Difficile realizzare il progetto?

“Non tanto a livello logistico ed organizzativo, perché lì le idee le abbiamo sempre avute ben chiare: un piccolo chiosco a disposizione di tutti coloro che hanno piacere di mangiare un panino, bere un bibita, gustare un gelato”.

“Semmai – dice Lory – gli ostacoli più difficili da superare sono stati quelli burocratici. A volte diventa difficile pensare a come creare occasioni di sviluppo per Carona quando, alla realtà dei fatti, sbatti la faccia contro montagne di permessi, autorizzazioni anche sulle cose più scontate e banali.

Ed ogni documento necessita di tempo, di firme. Insomma: volevamo partire un po’ prima. Ma sono contenta di aver condotto in porto anche questa nuova avventura”.

Con quali ambizioni?

“Il “Chiosco” deve essere inteso come una “costola” della “Locanda” e, quindi, basarsi sulla stessa filosofia di disponibilità, cortesia e qualità. Abbiamo aperto in via sperimentale lo scorso fine settimana ed abbiamo avuto già buoni riscontri. Il “Lago Beach Carona” resta aperto tutti i giorni. Entro breve metteremo a disposizione degli avventori anche dei lettini per mettersi comodi in riva al Lago, per rilassarsi sotto i raggi del nostro bel sole di montagna.

“Lago Beach Carona” è una iniziativa che sta partendo – sottolinea Lory – e che faremo diventar grande anche stando ben attenti alle indicazioni, ai suggerimenti e alle esigenze delle persone che si rivolgeranno a noi”.

CARONA, IL CUORE CHE DEVE BATTERE

Questa è Loredana Salvetti. Che in animo ha anche un altro desiderio che vorrebbe realizzare: vedere che il cuore di Carona batte forte perché anche altri si impegneranno a farlo pulsare.
Perché, in tema di citazioni, come disse un tempo il giudice e filosofo americano Billings Learned Hand: “L’unico paese che ogni uomo ha il diritto di amare è quello dove vi è equilibrio di giudizi, giustizia fondata sulla saggezza, uno spirito libero ed una mente temperata”.